UNITRE ARENZANO COGOLETO

Associazione di Promozione Sociale iscritta alla Associazione Nazionale delle Università della Terza Età

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Il nostro blog

Per Irma Re

Lettera del Presidente Unitre Nazionale Cuccini per la scomparsa di Irma Re

Domenica 14 gennaio 2017, nella sua dimora di Torino ci ha lasciati per salire alla Casa del Padre Irma Maria Re, Fondatrice, Presidente e Presidente Onoraria dell’UNITRE, Associazione Nazionale delle Università della Terza Età - Università delle Tre Età. Donna intelligente sagace arguta brillante creativa e ironica, di una cultura modulata dalle esperienze della vita e limata da una sensibilità curiosamente aperta sul mondo, forte di una saggezza sostenuta da intuito e preveggenza,

Essa ha saputo cogliere le opportunità dei tempi e dare risposte esaustive alle aspettative di intere generazioni. Il suo gioiello, questa composita eterogenea multiforme straordinariamente ricca Università delle Tre Età, solida come roccia nei suoi valori e resistente nei decenni alle mutazioni continue e talvolta tumultuose della società, è il monumento che Irma ha saputo erigere a se stessa, al suo dinamismo instancabile, al suo spirito di servizio e di dedizione all’altro.

Leggi tutto...
 

L'angelo di Scopello

Dal corso di Giuliana Erli



 

Rose rosso rubino

Dal corso di Giuliana Erli



 

Il segreto di Isabella

Dal corso di Giuliana Erli



 

Digital Champion Arenzano - Social Network

Nell'ambito del corso di Complementi di Informatica ospitiamo il sig. Pietro Biase (Digital Champion Arenzano) che presenterà la propria funzione e lo stato dell'arte dei Social Network più diffusi. La conferenza è aperta a tutti.



 

Per il verso giusto

Ecco la locandina ed il regolamento della seconda edizione del concorso "Per il verso giusto", che si colloca nel contenitore del Premio di Poesia Città di Arenzano dedicato a Lucia Morpurgo Rodocanachi.

Per il verso giusto

Regolamento Giovani II Edizione

 

Premio di Poesia Città di Arenzano

Francesco Scarabicchi è il vincitore della settima edizione del Premio di Poesia “Città di Arenzano”, dedicato a Lucia Morpurgo Rodocanachi e organizzato dall’Unitre (Università delle Tre Età) di Arenzano e Cogoleto, con il patrocinio e il sostegno del Comune di Arenzano.
A decretarlo è stata la giuria popolare, composta da trenta persone di varia età e professione, che sabato 28 giugno 2014 hanno espresso il loro voto, dopo l’incontro con i poeti nel Salone dei Dogi - Grand Hotel di Arenzano, di fronte a un pubblico numeroso e partecipe.
La giuria tecnica, composta dal poeta Umberto Piersanti (Presidente), Roberto Galaverni (scrittore e critico letterario), Stefano Verdino (docente universitario e critico), aveva indicato tre finalisti:
Stefano Dal Bianco, Prove di Libertà, Mondadori 2012
Alba Donati, Idillio con cagnolino e altre poesie, Fazi editore 2013
Francesco Scarabicchi, con ogni mio saper e diligentia, liberilibri 2013
Leggi tutto...
 

Grazie ai Docenti

Grazie ai Docenti

 

Natale deve essere Buono

Natale affonda in un'aria nera.
Le sue luci, una festa non decollata.
Il rosso non brilla, il bianco
non dà l'ebbra quiete delle nevi
e delle larghe barbe dei vecchi,
il verde degli abeti e degli agrifogli
non rasserena gli occhi.

 

I passanti per strada scorrono veloci;
non tollerano contatti, evitano l'allegria festosa.
I bambini sorridono irrequieti, tirano le mani.
C'è chi, nel suo vestito precario, chiede aiuto.
Qualche cane lancia i suoi occhi lucidi.
Il buio scende, anticipato dal buio della mente.
Troppa tragedia attraversa il mondo.

 

Sembra realizzarsi la profezia del Grande Inquisitore,
creatura del poeta del bene e del male.
La volontà di potenza dei grandi imbonitori, malati
padroni del mondo e delle sorti del nostro cammino.
Un bambino arriverà presto a disturbarci, crescerà,
diventerà adulto e con la sua parola di libertà,
fratellanza, giustizia, continuerà a disturbarci.
Morirà per noi, ma noi lo ricacceremo.
Non c'è posto sulla terra per lui.
E Giuseppe, padre e figlio del bambino, piange.
Sa che per le vie ci sono troppi Erode
e questa volta non avrà il conforto dell'asino.
Finiranno a Lampedusa dopo una tempesta di mare,
portando con loro il terrore di Maria.

 

Ma arriveranno a noi! A quelli di noi che stanno sulla soglia.
Che sono attenti per non cadere nella trappola mortale,
preparata dalla bestia immonda, per la fine dell'umanità.
E sarà ancora Natale. Come sempre, se sapremo stare vicini e amare.
Accogliere il sorriso dei bambini del mondo, l'innocenza.
Dare calore a chi non l'ha. Dividere il pane e il vino.
E il panettone con l'uvetta e i canditi. Per un dolce futuro.
Perché Natale deve essere Buono.

Angelo Guarnieri

 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  5 
  •  6 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »


Pagina 1 di 6
<<  Nov 2018  >>
 L  M  M  G  V  S  D 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
192021222325
26282930  

Siti utili

 83 visitatori online

Usando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie anche di terze parti. Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere l'informativa.

EU Cookie Directive Module Information